lunedì 7 settembre 2009

Se sei di Milano... e anche se non lo sei

PREMESSA
Bè, vedo che il video sull'Avversario, poi, NESSUNO se l'è sciroppato... o, se l'ha fatto, nn ne ha fatto cenno.. Nn che mi stupisca, eh, l'avevo detto subito. Peccatoooooooooooooo, però! Pearls at ....? boccaccia mia, statti zitta. Whatever. Vi vorrei raccontare 2 cose.

LA PRIMA
una di queste sere ho visto alla tele un vecchio film per bambine.. "La piccola principessa": ...una bimba senza mamma, e cresciuta come una principessa, attende in un collegio per bimbe ricche il ritorno del padre, partito in guerra.. ma lui vien dato per morto e la bimba finisce in stracci, a far la servetta alle altre. Eppure nn perde mai il coraggio, e sapete come? Re-inventando ogni giorno la realtà ricorrendo ai ricordi delle favole che il padre le raccontava, tutte tratte dalla mitologia indù. Poi naturalmente, qdo sta per finire male, male.. il padre tornerà in extremis, la salverà ecc.
E qui arriviamo a noi - xché questa nn è solo una storia, ma come tutte le storie è anche una metafora dei conflitti che si snodano attraverso le nostre innumerevoli facce e maschere. E naturalmente c'è stato qualcosa che mi ha fatto PENSARE A VOI. Ed è stato il discorso che lei grida (letteralmente) alla CATTIVISSIMA direttrice che le sbatte in faccia la "realtà" e infierisce su di lei dicendole "nn potrai + vaneggiare di essere una principessa.. guardati, guarda come ti sei fatta schifosa, sporca di fuliggine e stracciona!"
Si, lei ascolta educata. Ma poi le grida che no, che invece lei lo è ANCORA: "perché tutte le donne lo sono! nn importa se siano ricche o povere, belle o brutte, grasse o magre, giovani o vecchie... TUTTE LE DONNE SONO DELLE PRINCIPESSE! me lo ha detto il mio papà: e a lei, non glielo ha mai detto suo padre..? EEEHH??? NN GLIELO HA MAI DETTO..?!???"
Alla vecchia odiosa, si, sfugge una lacrima.. per un momento si capisce che le dà ragione... ma, NO, nn cambierà: ORMAI lei è "così".. e nn recede di un passo, e andrà avanti a perseguitare la bambina fino (quasi) a distruggerla.. Finché "tornerà" il padre, cioè la parte dell'anima CRESCIUTA, che sarà in grado di trarla in salvo.
Bene; inutile dire cosa mi ha fatto pensare a VOI: quella vecchia strega acida, che è quella parte di voi che vi sputa addosso tutto il tempo quanto siete brutte e colpevoli, qto nn valete niente. Si, quella a cui, forse, il vostro papà (o chi per lui) NON GLIELO HA DETTO ABBASTANZA.. e ora è diventata complice di quelli che la feriscono, anzi, è la prima carnefice.
Mentre lei, la bimba piena di coraggio, è quella piccola che permettete sia schiacciata, e qui vi dà un esempio, e vi dice che nn bisogna farsi mettere sotto, dalla strega acida. Né dalla strega mielosa che mente, accarezzando una mela avvelenata (dai.. vivi su una mela... una mela al giorno..!). Lei è quella che nn si fa incantare, e si ricorda che tutte le donne sono principesse.
Bambanate per bambine, vero..? e invece no. Spero ci penserete.

PS- (ettepareva..) La Piccola Principessa è di Frances Hodgson Burnett, autrice (oltre che del "Piccolo Lord") del "Giardino segreto": se nn l'avete letta vi consiglio anche questa storia (o il suo film), perché è un'altra che aiuta a capire la nostra anima e come è possibile liberarla.

LA SECONDA
Questa notizia è per i "laici" ad oltranza, che però accetterebbero un "utilizzo scientifico" della meditazione... e naturalmente è più interessante per chi è vicino a Milano. Il Corriere ieri parlava del metodo Sky (Sudarshan Kriya Yoga): un insieme di esercizi e tecniche respiratorie in grado di indurre una visione più positiva della vita, migliorando i sentimenti depressivi. E' un metodo che si può imparare in 10 giorni, all'ospedale Fatebenefratelli di Milano, dove hanno riscontrato che questo utilizzo della respirazione cura significativamente diversi "disturbi d'ansia e dell'umore" (riduzione del 60% degli indici di depressione, e del 40% di quelli di psicosi, nei partecipanti alla sperimentazione). SE VOLETE saperne di più.. o PROVARE.. per accedere ai gruppi di insegnamento: 393.9787770 - 328.7436990.

15 commenti:

  1. non ho niente, niente discorsi contorti, niente complessi, niente di niente da dirti o forse si, un bel grazie piazzato cosi ...
    non so definirlo, ma dà un senso di calore sapere te sempre pronta ad aiutare, sei li, sempre ottimista, a cercare di aprire gli occhi a tutte, a consigliarle.. dà piacere.
    grazie.
    e qui, con questo post ti sei data ancora eh?
    creo che si, sia tutto giusto. la matrigna e la sua "importanza" nella nostra vita, in senso figurato naturale, la bambina? lei è la parte che prefersco; è una parte importante di noi, quella voce, luce,coscenza, ragione,non so, che ti tiene legata ancora qui; perchè altrimenti allora si che saressti come morta, davvero, ossessionata solo da una malattia, sempre ...

    RispondiElimina
  2. meri, eccomi qui, ho sempre voglia di passare da te, anche se causa scuola, non sono più molto presente ^^
    Ti risponderò bene a tutto, a tutte le domande che mi hai posto nel commento, cercherò di farti capire un pò. Quanto siamo cattive con noi stesse? Quanto lo sono io? Ancora troppo poco, e ogni giorno che mi prometto di amarmi almeno un pochino di più del giorno precedente, finisce per andare tutto a puttane, peggio di ieri, meglio del "possibile" domani. Mi dico sempre "tranquilla, domani andrai meglio", ma MEGLIO IN COSA? PER CHE COSA? Per avvicinarmi a una cazzo di perfezione che poi neanche esiste? Perchè sò che anche se arriverò ai 40 chili, ci sarà qualcosa che mi spronerà ad andare avanti, e non sarà la bilancia, ma il fottutissimo specchio, quell'oggetto da cui scappo, per non vergognarmi DA SOLA. Per quanto riguarda mia, ebbene (è male) riesco a vomitare, se mi sforzo, se mi concentro, come ho fatto ieri sera. E' stato a dir poco terribile, vomitare IN SPIAGGIA, alle undici di sera, la spiaggia deserta, il mare davanti, la luna e le stelle, e poi all'estremo tirarmi su, asciugarmi la bocca con l'acqua salata, lavarmi le mani, e con aria indifferente andarmene via, come se nulla fosse successo, come se fossi davvero innocente, nascondendomi dietro sorrisi falsi, rendendomi conto della mia ipocrisia. E così il dolore cresce, e sono costretta a soffire in silenzio, a tenermi dentro tutta sta merda d'emozioni. La mia amica la sento, ora domenica ci rivedremo :D
    Ma non le dirò nulla, farei riaffiorare in lei brutte sensazioni, la farei STAR MALE, e lei NON LO MERITA.
    Oh, per quanto riguarda questo post, altro che storie da bambine, io con queste storie ci sono cresciuta, e lo faccio tutt'ora, però sai, io non ho un papà che mi ripete quanto sono bella, meravigliosa..
    Ti abbraccio forte, torna a trovarmi ^^

    RispondiElimina
  3. Non lo voglio particolarmente bello, non mi interessa la posizione sociale, non me ne frega nulla di cosa penserebbero gli altri di lui: vorrei un ragazzo capace di farmi ridere, dotato di senso dell'umorismo (e amante della lettura, da qui non prescindo proprio). Tutto qui.

    RispondiElimina
  4. un pò di più..?:( ci sono d nuovo dentro fino al collo.. e nn vedo cm potrebbe essere più buia d così la situazione perchè problemi con il cibo o no nn riesco ad accettare ke lui nn c sia più.. anke xk nn ha del tutto escluso che c potrà essere qualcosa in futuro.. non so non lo so :(

    RispondiElimina
  5. è bello quello che hai scritto :) è bello anche se è una favola, e le favole purtroppo non sono realtà.
    è bello pensare che ognuna di noi può essere una principessa, può essere importante e speciale...anche se spesso preferiamo restare nella cenere ad ammazzarci...
    ma verrà qualcuno a salvarci? perchè non ci salva nessuno? perchè dobbiamo restare qui con quella vecchia strega a tempo indeterminato e per quanto urliamo non riusciamo a farla andare via?
    e perchè poi- questo è il lato più oscuro- perchè stare con quella megera ci piace?perchè stare nel fango ci piace? perchè sognamo il ritorno di nostro padre e poi non vogliamo che arrivi mai?
    perchè se ci tendono una mano non sappiamo(ma soprattutto non vogliamo) afferrarla?

    RispondiElimina
  6. Va bè, grazie per i commenti, ma a voi, e a quelle che magari passeranno dopo... vorrei dire: per favore, provate a leggere DAVVERO... a cercare di percepire, oltre le apparenze, oltre la più sottile superficie... se lo farete vi accorgerete che NON è vero che questa è "una favola"! come ho anche cercato di dire, questa METAFORA rappresenta fedelmente nostri conflitti interiori. Leda dice: "ma verrà qualcuno a salvarci? perchè non ci salva nessuno? " .. e appunto, questa storia vi dice che è il PAPA'.. dato per MORTO, che RITORNA... cioè la NOSTRA STESSA ANIMA, quella parte che, cresciuta, in un certo senso accetta, in sè, l'amore dei genitori.. li perdona, anche, perché capisce che ciascuno deve diventare genitore di se stesso, AMARSI e salvarsi..
    E infatti, poi, la risposta se la dà da sola:
    "perchè stare con quella megera ci piace?... perchè sognamo il ritorno di nostro padre e poi non vogliamo che arrivi mai?"
    Ecco: nella domanda GIUSTA, c'è anche la risposta giusta.. che secondo me è: SI PUO' FARE... il primo passo è riconoscere che nn lo stiamo volendo, invece di scaricare le colpe sugli "altri".. il secondo è provarci. Provarci, in fondo, vuol solo dire essere disposti a SCOPRIRE cosa si potrà incontrare di nuovo... ecco perchè è un "dire no alla paura".

    RispondiElimina
  7. Io ci ho riflettuto sul significato di quella Favola.. So che è vero. Ma non ci credo più. Sto ingrassando e mi sento una merda. Veramente. Altro che principessa. :'(

    Ciau Baci.

    RispondiElimina
  8. grz d commentare il mio blog.. ieri poi ho nang 2 cukkiaino d gelato valsoia... -.-
    ke xò ho smaltito correndo x 1 e un 15 e gg peso mezzo kilo meno...
    cmq x il tuo commento sopra x capèire davve qll ke provi dovremmo parlare almeno su msn cn un botta e rix, almeno è qll ke penso..
    michiyo93@live.it

    RispondiElimina
  9. Ciao cara,
    non ho mica capito dov'è questo famoso video...
    Sono un po bollito. ripostalo che così lo guardo.
    Ciao.

    RispondiElimina
  10. boh, non sò che dire...
    io un papà affettuoso non l'ho mai avuto (no, proprio...per 18 anni s'è quasi dimenticato che esistessi..ç__ç)
    Però sul fatto della piccola principessa...
    Mia madre ha sempre troppo caricato d'importanza la sua unica gioia (io) e forse questo ha creato + danni che altro. Bah! ne parlerò ancora nella sezione "la mia storia"..se mai ne avrò ancora voglia.

    RispondiElimina
  11. M.D: ti ho risposto da te.. ma anche per le altre chiarisco meglio: il video dell' "Avversario" è sempre disponibile nei rimandi fissi sulla SINISTRA del blog: subito sotto a "informazioni personali", c'è il titolo QUALCOSA DA SAPERE RIGUARDO TE STESSA basta cliccare sul link sotto. Se vi va di vederlo... Vi ricordo che dovete mettere in conto una lentezza, all'inizio, che ha le sue ragioni, perché nn è un film di intrattenimento, serve a prendere consapevolezza di meccanismi mentali impossibili da percepire se si ha fretta...

    Sweetie.. alias Nera: purtroppo i padri o madri, troppo assenti (o troppo presenti), per le + varie ragioni, sono una delle cause più strazianti di dolore dentro... eppure bisogna crescere lo stesso.. fino a diventare PADRE e MADRE di se stessi.. il che secondo me avviene tanto più facilmente qto più si accetta che anche "altri" lo siano per noi, e noi di esserlo per altri..

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. alcune risposte random riguardo ai vari commenti che m'hai sparpagliati nel blog:

    sulla nuova avventura del mio ex:
    No, non puoi sapere come stanno davvero le cose quindi nn puoi dirlo. U_U
    1°:LO E'. Punto.
    2°:NON LO STRESSA... O__________O Ma stiamo scherzando vero???? Io non l'ho proprio stressato, anzi era lui casomai a cercarmi quando riteneva + opportuno, questa invece è un'ossesiva-possesiva-oppressiva appiccicosa del cazzo. scusami ma non puoi permetterti di dire questo, IO QUEL RAGAZZO NON L'HO PROPRIO STRESSATO. MAI. E della mia situazione non glie ne ho mai fatto carico (s'è interessato lui alla cosa). Stop.

    RIGUARDO AL PROVARE: mi chiedevi se ho mai messo in atto anche solo per un momento qualcuno dei tuoi suggerimenti. La risposta è sì, ma non ne ho avuto nessun giovamento, neppure momentaneo. :(

    Il permesso di inserire il post nell'elenco dei tuoi link...mhhh...nn lo vedo molto pertinente e preferisco che rimanga lì dov'è (e c'è un motivo per cui l'ho postato)..nn mi sarei tanto applicata x farcire di cose sensate il mio blog altrimenti

    RispondiElimina
  14. Nera: è passato così tanto tempo che nn riesco a risalire bene alle "domande", cmque grazie per le risposte. Punto 1? boh.. Punto 2 posso solo dirti che quell'osservazione è generica.. in effetti è un problema ricorrente, perciò è solo un invito a pensare se per caso "nn è così"..dato che nn sempre ce ne si accorge, ma nn può, mai, essere riferita a qlcuna in particolare, a meno che lei nn ne parli esplicitamente (e diverse lo hanno fatto)... Riguardo al "provare"... niente può avere un giovamento momentaneo, tranne la speranza.. Per esempio, tu NON sei a Milano, ma se lo fossi stata, e avessi deciso di interessarti al programma di cui parlo in questo post, in che senso si potrebbe dire che avresti "messo in atto" il suggerimento..? già chiamare per interessarsi sarebbe qualcosa.. secondi: 30. Mettere in atto (cioè provare), almeno un colloquio.. una seduta o due di prova? provare veramente, volendone un giovamento... almeno una settimana di training. Lo stesso per un programma di meditazione qualunque, in un centro yoga, o di un corso di pittura, o... boh. Di trasferire su un quadro la propria vita? usando magari (anche) dei vecchi jeans? Ogni cosa richiede molto tempo e applicazione, ed è proprio per quello che poi, forse, giova. Ecc.. mi fa piacere che tu mi abbia dato credito su qualcosa, anche se nn posso sapere minimanente su cosa e in che modo, ma soprattutto mi dispiace che niente ti sia servito a niente.. d'altronde, tu per prima mi hai sempre avvisato che dire certe cose "non serve".. Per capire cosa ne penso io, adesso, ho bisogno di tempo, ci devo pensare.
    Ti abbraccio, come sempre.

    RispondiElimina
  15. PS.. con "momentaneo" io intendevo qui "sul momento", quindi passeggero in quanto immediato, ma non duraturo.. ma forse ho interpretato male e tu intendevi un'altra cosa.. per il resto, però, il significato nn cambia.

    RispondiElimina

Il 2010 è passato.. ma le amiche del calendario di Veggie le voglio ancora qui! :-)

Un pensiero ogni tanto
Ogni tanto ti dico una cosa. Non è che un pensiero, una buonanotte...
vieni a prenderlo, prima di andare a dormire. Se passerai a prenderlo
alla mattina, allora sarà un buongiorno. Ti chiedo solo di fargli un
piccolo, piccolo spazio fra gli altri tuoi pensieri. ;-)

 
Contemplating and feeding LIFE


 

Buddha Quotes

"Non sapete che siete tempio di Dio, e che lo Spirito abita in voi? Se uno distrugge il suo tempio, Dio distruggerà lui. Perché sacro è il tempio di Dio, che siete voi". (1 Cor. 3, 15-17)

Hai pensato ad adottare un cucciolo?

Hai pensato ad adottare un cucciolo?
qui..http://www.adottauncucciolo.net ma anche qui...! http://animaliaiutiamoli.blogspot.com