domenica 27 dicembre 2009

Evaluna dove sei..?



.. anch'io, come te, sono un'immagine. Un'ombra virtuale, che nn ha limite.. però! però: seguirò ogni traccia che abbia il tuo odore. Scaverò nei megabites del cervello e salverò il tuo sapore.

15 commenti:

  1. Anke io, enigma, contra ci chiediamo
    ..DOVE SEI EVALUNAAA???
    perchè hai deciso di sparire cosi, da un momentio all'altro???
    perchè hai chiuso il blog?
    =(

    RispondiElimina
  2. Sono qui, non vi ho mai lasciate un secondo.
    Ho chiuso il blog per punire me stessa, non certo per fare un torto a voi.
    Mesi e mesi trascorsi a dire " ti voglio bene", " io per te ci saro' sempre", e quando Kiara e Young girl don't cry hanno avuto davvero bisogno di me io non ero lì, le ho messe in secondo piano rispetto a tanti altri impegni che meritavano una minore attenzione da parte mia.
    Sono tornati i sensi di colpa.
    Dopo oltre un anno mi sono abbuffata.
    Solo per il gusto di farmi del male.
    Non ho rimediato allo schifo che mi sono introdotta dentro, non per salvaguardare me stessa, ma perche' meritavo di sentirmi piena e gonfia.
    Poi non bastava, e no che non bastava.
    Non era ancora sufficiente il male che mi sono inflitta, quindi perche' non privarmi dell'unica cosa bella che il 2009 mi ha portato, il blog e tutte voi che avete contribuito a farlo crescere?
    In fondo suonava tutto così incoerente.
    Sul perche' me ne sono andata senza salutare ho appena postato un commento da Kiara in cui spiego le ragioni del gesto improvviso, che sempre ha a che vedere con il male da riversarmi addosso.
    E anche se i post che state scrivendo apposta per me e le mail che ricevo mi fanno capire la grandezza di cio' che mi sono buttata alle spalle, in questo momento non riesco in nessun modo a fare pace con me stessa per poi tornare sui miei passi.
    Grazie Mari, del bellissimo pensiero e del video, delle parole.
    Non credo di meritare niente di tutto questo.
    Pensavo che aiutando le altre avrei aiutato me stessa, e invece non ho fatto ne' una cosa ne' l'altra.
    Ma non sono sparita nel nulla, in questi giorni, dalla vigilia di Natale ad oggi, non faccio che collegarmi appena ho un attimo di tempo per seguire come si evolvono le vostre storie.
    Non rinuncero' mai a voi, anche se partecipare attivamente, in questo momento, va oltre le mie capacita'.
    Ti voglio bene Mari, e anche a tutte le altre.
    Anche se ho scelto il modo peggiore di dimostrarvelo.
    Un megaabbraccio collettivo
    Dony

    RispondiElimina
  3. Donatella.. perchè ? Perchè ti fai del male..?
    Sei una persona stupenda.. non lo meriti.


    A me.. non so cosa stia succedendo, questo è il prezzo che devo pagare forse. Per non aver messo da parte, abbastanza forza. Ho il mio corpo che mi chiede di non farlo, di non farli subire, cose che ha gia subito.. Ma la testa, lei comanda.

    RispondiElimina
  4. ma no no nooo!
    Evaluna daii
    se uno non potesse correggere un suo errore (se errore vuoi chiamarlo) nessuna di noi si salverebbe.
    Per favore!!
    Ho sempre sentito te così vicina. Torna..

    RispondiElimina
  5. Dony, spero che l'e-mail ti sia arrivata...
    Sei importante per tutte noi, ricordatelo, non meriti di farti tutto questo male, c'è sempre un rimedio, anche quando siamo proprio noi stesse le nostre peggiori nemiche!

    Ti voglio bene...

    RispondiElimina
  6. Gli errori sono costanti nella nostra vita. Se dovessimo punirci ogni volta che ne facciamo, allora faremmo meglio ad ammazzarci subito, perchè la vita sarebbe nient'altro che un'espiazione senza fine...
    Io credo che più che punire - cosa inutile e controproducente - dagli errori di debba imparare... Al fine di non ripetere di nuovo gli stessi in futuro... Siamo umani, bisogna imparare a riconoscere ed accettare i notri limiti... e a predonarci per gli sbagli fatti... perchè anche questi fanno parte di noi e ci rendono le eprsone complesse e meravigliose che siamo...

    RispondiElimina
  7. mmmhhhhh.. PREMESSO che ci conto, Evaluna, che anche se (per un po') lo farai senza blog, però leggi e ti farai viva.
    Premesso questo.. scusate una domandina, che faccio a Evaluna in primisi, ma anche a tatissime, tantissime altre.. scusate, ma:

    ma CHE CZ E' STA CAZZATA DEL "PUNIRE"..??? cosa siamo, nazi? comandanti di navi inglesi del passato? istitutrici svizzere d'ante guerra? piccole Margaret Thatcher? ideologi del sadomaso?

    Non che non sappia che un sacco di gente fonda la propria vita su queste cose. Ma ora siamo qui, tra noi, e seriamente vi chiedo.. ma come potete accettare una logica del genere.. verso voi stesse e verso chiunque..?
    voglio dire.. a prescindere che è un concetto come minimo antiestetico e alla fine nazista.. ma a che cazzo dovrebbe, potrebbe mai servire, poi?

    RispondiElimina
  8. A me che so essere severa con me stessa il doppio di quanto lo sono con gli altri, per cui non riesco neanche lontanamente ad accettare di commettere degli errori, questa logica serve da sfogo, ed e' inutile che ci giro intorno, sono nata per soffire, e cio' mi porta a lesionarmi, a farmi del male, a nascondermi...
    L'unica cosa positiva e' che non concedo a questa poltiglia autolesionistica di trasformarsi in un'interminabile agonia, anzi, e' sempre arrivato il momento, e anche stavolta arrivera', in cui la ragione avra' la meglio sugli istinti e io tornero' rinata, ma per adesso lasciatemi crogiolare ancora un po', che ne so, settimane?, giorni?, no, facciamo ore, e poi sopprimo la masochista che e' in me.
    Promesso!

    RispondiElimina
  9. Ehi Evaluna, ciao, e grazie della promessa. Approfitto anche per ringraziarti che in ogni caso hai da subito risposto...! cosa che avevo omesso di fare. Ma "questa" risposta, e questa PROMESSA - insomma, QUESTO argomento mi interessa più di ogni cosa perché è uno dei noccioli della questione e dunque riguarda tante, tante persone; più che mai da queste parti. Ma ovunque le persone che "si odiano" - e che sentono il bisogno di "punirsi", finiscono per essere anche straordinariamente permalose, acide e aggressive con gli altri, e dunque puniscono il mondo intero.

    MASOCHISMO E AUTOLESIONISMO
    Figurati se rinuncio a dire la mia.. e la mia è che:
    1. nessuno, NESSUNO, è "nato per soffrire". Il dolore è il più grande enigma della storia dell'umanità e soffrire può essere una strada impossibile da evitare, ma non è certo un fine,
    2. c'è chi dice "bè a me piace soffrire, embè?" embè, e allora i casi sono due: o nn è vera sofferenza, ma gioco (a comando e a termine), oppure nn ti piace; come a nessuno piace andare a rota per la droga, ma per paura di andarci ci si ingolfa sempre di più - semplicemente non ne sai uscire,
    3. c'è chi dice "a me piace far soffrire gli altri, così trovo un altro a cui piace soffrire ed è consenziente, embè?" embè, idem come sopra: allora, per quanto a me sembri triste, è un gioco (concordato e a termine) altrimenti idem come sopra.

    Tu, Evaluna, dici che "anche stavolta arriverà il momento in cui la ragione avra' la meglio sugli istinti", e ti farà rinascere.. ma io sono certa che non sono certo i tuoi "istinti", ma proprio una tua ragione distorta che soffoca la tua vera natura, e ti fa credere in cose che nn sono vere. Poi c'è un tuo sforzo di "ragionare" davvero che ti riporta ai tuoi veri bisogni, e dunque alla tua VERA TE STESSA. Questo è il famoso gioco dlle scatole cinesi del cuore, contro mente, contro istinto, contro ragione, contro.. sa il cazzo.. e lì ci si perde... ma anche questo è un GIOCO DELLA MENTE. E' per questo che la più grande terapia del mondo è la meditazione, perché (sefatat seriamente, e se va a buon fine!) SVUOTANDO COMPLETAMENTE e profondamente la coscienza dai pensieri ti mostra, inequivocabilmente e con incontrovertibile chiarezza, il tuo VERO SE'. E allora, embè... allora lì tutte le credenze autolesionistiche cadono.. tutto il glamour del cazzo che sta mandando in rovina il pianeta cade... lì vedi l'unica cosa per cui vale la pensa di vivere, di crescere, di combattere: di SOFFRIRE... perchè lì tutto acquista uno scopo e una ragione, tutto ha senso, tutto è dolce e amico. Tu percepisci, dentro di te, che essere felici nn è semplicemente, infantilmente un "diritto", ma un tuo preciso DOVERE.. è per quello che devi combattere: perchè devi essere felice, e dunque buono, e dunque indulgente, e dunque amante, e dunque leggero, e dunque... eccetera, con profitto del mondo intero. Farlo nn si fa schioccando le dita.. ma cominciando a PENSARE.. a IMMAGINARE in questa direzione è necessario.. come è necessario prendere la strada per Torino se vuoi andare lì, e nn accelerare ancora di più su quella per Venezia. E tutto il resto sono balle, e nessuno mi toglierà mai dalla testa che è necessario andare in questa direzione.

    RispondiElimina
  10. Ciao Mari, hai passato delle buone feste? :)
    un bacione!

    RispondiElimina
  11. Stavolta ti rispondo meno tempestivamente, ma sappi che mi hai letto nel pensiero.
    O forse io ho letto nel tuo, che ne so, il fatto e' che sto leggendo un libro che parla di una guarigione dalla bulimia con la meditazione e altre terapie alternative.
    Sono sempre stata scettica sull'argomento, ma ho voluto darmi almeno una possibilita' di cambiare idea.
    Permalosa, acida e aggressiva.
    Mi hai tratteggiata benissimo, anche se qui dentro non ho ancora ricevuto provocazioni talmente forti da emergere in quei tre aspetti.
    Ora spero mi scuserai ma ho un patibolo da allestire per condannare a morte definitivamente la mia gemella cattiva, lei implora pieta', ma se la lascio in vita mi tradira' di nuovo alle spalle.
    Grazie di tutto Mari, davvero, di cuore.
    Dony

    RispondiElimina
  12. Mari, possibile che queste feste abbiano avuto lo strapotere di mandare in tilt una buona parte di noi?
    Ora e' sparita anche Alison.
    Perche', cazzo, perche'?

    Io sto un pochino meglio, tra qualche minuto parto per la montagna.
    Non credo avro' altre occasioni di collegarmi, nei prossimi giorni, quindi ti auguro con tutto il cuore un 2010 come tu stessa lo desideri...e non finiro' mai di ringraziare abbastanza il 2009 per avermi portato un regalo così bello come te.
    Ti abbraccio forte
    Dony

    RispondiElimina
  13. Ciao Mari.. voglio porti una domanda (non ci pensare troppo è solo una curiosità): qual'è la minima sciocchezza per cui si può denunciare una persona?

    RispondiElimina
  14. Ciao Mary! Passo di qui per augurarti un buon inizio anno e per abbracciarti forte!
    Grazie per avermi aiutato in questo 2009 complicato.....:)

    RispondiElimina
  15. Ciao Mari, volevo farti gli auguri di BUON ANNO!! E' stato un piacere leggerti in questo 2009.... :-)

    RispondiElimina

Il 2010 è passato.. ma le amiche del calendario di Veggie le voglio ancora qui! :-)

Un pensiero ogni tanto
Ogni tanto ti dico una cosa. Non è che un pensiero, una buonanotte...
vieni a prenderlo, prima di andare a dormire. Se passerai a prenderlo
alla mattina, allora sarà un buongiorno. Ti chiedo solo di fargli un
piccolo, piccolo spazio fra gli altri tuoi pensieri. ;-)

 
Contemplating and feeding LIFE


 

Buddha Quotes

"Non sapete che siete tempio di Dio, e che lo Spirito abita in voi? Se uno distrugge il suo tempio, Dio distruggerà lui. Perché sacro è il tempio di Dio, che siete voi". (1 Cor. 3, 15-17)

Hai pensato ad adottare un cucciolo?

Hai pensato ad adottare un cucciolo?
qui..http://www.adottauncucciolo.net ma anche qui...! http://animaliaiutiamoli.blogspot.com