sabato 30 gennaio 2010

Risposta a Contra e oggi

Posto (anche) qui la risposta che ho lasciato da Contra, sul dibattito che lei ha aperto qui: il suo blog dove invito tutti a passare. E a me piacerebbe che anche le altre che hanno partecipato... portassero quel dibattito (anche) nei loro blog.
Quel che lei ha fatto non è un "post".. ma una lunga e complessa riflessione messa insieme con il contributo di tanti: "leggerlo" per me ha comportato quasi una giornata di concentrazione, ai miei occhi quel che ne è venuto fuori è un "sig. Lavoro Egregio", di analisi, selezione, estrapolazione, comparazione.. che ne so - questo è uno spaccato vero e proprio, tenuto insieme da fili conduttori che sono le sue domande e spunti critici.
Alla fine, il "parere" che vorrei dare io entra nell'argomento solo nelle premesse, ma poi va a parare da un'altra parte; ed è questo:

PREMESSA 1. se consideriamo "malattia" l'alienazione e il disordine che portano a sofferenza (sia essa fisica o morale), senza dubbio è MALATTIA anche ogni atteggiamento mentale che ci fa male. Anche un certo "stile di vita" è, intrinsecamente e di per sè, "malattia", se (oltre ad alludere a una malattia) in fin dei conti nn dà gioia, ma alienazione, vuoto, ossessioni. Appellarsi sconnessamente a simboli di malattia per affermare se stessi differisce dall'anoressia, come già dicevo nella frase che tu hai citato, solo per il "punto" della strada in cui ci troviamo. Perciò... tutte le giustificazioni del mondo che si possono dare, allo sponsorizzare una "filosofia pro-ana", sono BALLE. Anche se nn necessariamente in malafede: spesso sono balle che le persone raccontano anche a se stesse.

PREMESSA 2. io nn sono convinta che tutte le persone che nutrono questo delirio siano necessariamente "molto sensibili e sofferenti".. spiace dirlo, ma molte sono solo STUPIDE e CATTIVE. Eppure.. anche loro sono sofferenti, se no nn sentirebbero il bisogno di essere così- la cattiveria in fondo nn esiste, è anch'essa solo vuoto nell'anima, che tiranneggia le persone che ne sono dominate. Detto questo, nella grande maggioranza le persone che si rifugiano in "questa" malattia (ma anche nell'alcol o altre droghe..) sono persone terrorizzate dalla vita, sofferenti di una paura esistenziale che le spinge a distogliere lo sguardo.. ecco che allora la malattia è anche la cura. Ed ecco perché, cara Contra, io batto tanto il chiodo sull'AMORE: perché il contrario della paura non è il coraggio, ma l'amore, è solo questo che può combattere la paura, e infallibilmente la VINCE.

PARERE A CUI VADO A PARARE: ma infine la cosa importante, e che in questo tuo post mi sembra cantare con mille trombe e tamburi il suo peana, è che QUALCOSA SI PUO' FARE. COMBATTERE SERVE. DISCUTERE SERVE. BACIARE LE PRINCIPESSE PER SVEGLIARLE, E DAR QUALCHE CALCIO IN CULO, SERVE... il tuo amore, Contra, serve.. anche se questa parola ti fa venire i nervi è ESATTAMENTE questo che tu metti in campo, e che smuove così le acque. Il mio parere è che tutte, anche quelle convinte che da lì nn si esce, o che "nn vogliono uscire".. dovrebbero guardare un po' di più all'amore che hanno dentro, accordare a questa cosa astratta e leziosa il beneficio del dubbio: pensare che forse no.. forse è concreta, seria, potente.. e più che leziosa è terrificante e bellissima, e se solo le diamo un po' di fiducia, ci risponde.
bla bla bla... tutte cose astratte, che in questo tuo "post" si sono concretizzate in questa incredibile risposta di partecipazione, intelligenza, bellezza e infine, solidarietà, anche. Questo pare a me; e mi pare anche che QUESTO sia esattamente tutto ciò che serve per cambiare il mondo. E dare senso alla nostra vita. Ma in fondo.. che "senso ha la vita"? forse nessuno, ma CI DA' SENSO.. è lei che dà senso a noi, e dunque noi le restituiamo senso se la celebriamo, se combattiamo la "morte"... se amiamo, insomma.



Non vorrei sorvolare su una cosa importante.. oggi, in qualunque città siate è il 30 gennaio 2010: in qualunque città siate, magari nn lì, ma molto vicino.. oggi è successo qualcosa che ci riguarda da vicino e a cui è stato importante partecipare. QUI TROVATE TUTTI GLI APPUNTAMENTI.

giovedì 21 gennaio 2010

Mi viene da VOMITARE

Ci ho pensato a lungo in questi giorni e sapete una cosa.. mi viene da VOMITARE se penso a quanto male, quanto vuoto, quanta paura, quanto buio ecc.... sono inoculati a forza nelle anime delle persone.

Anzi, prima ancora: dei BAMBINI.
C'è una fabbrica, una vera fabbrica: che produce - scientemente ed efficientemente - PERSONE MALATE, vuote e infelici. Persone che NON POSSONO sopravvivere a questa infelicità se non creandosi una dipendenza, qualcosa che le assorba e le anestetizzi, per salvarle dall'orrore che brulica intorno. Persone che, dunque, non hanno più capacità di pensiero autonomo: sono troppo occupate a difendersi come in un sistema immunitario impazzito, ricorrendo al cancro - anziché all'espulsione del male (già: lo sapevate che le cellule tumorali si formano nell'organismo per ECCESSO DI AUTODIFESA?).
Persone che si cureranno con la malattia stessa e che perciò incarneranno, a qualunque livello, il non plus ultra del PERFETTO CONSUMATORE.
Gente alla moda. Gente che dentro si sente una merda e perciò odia il mondo e se stessa. Gente sola con mille "amici" su facebook. Gente che odia quello che invidia, e vorrebbe essere a sua volta invidiata: anche se questo significa essere odiata. Gente che dice .."io non mi occupo di politica" - non è glamour. Gente che chiama i poveracci "gli sfigati". Gente che dice: "tutto è una merda, il mondo fa schifo. La mia politica è sputarci sopra". Gente che dice: l'amore è "stucchevole", e infatti scopa solo dopo essersi truccata come per un casting. Gente disperatamente infelice, e che infine si consola della propria infelicità gongolandosi nella letteratura dell'infelicità. Gente che smerda il mondo ancora di più. Ma che consuma TANTO. Compra tanto. E non cambia NIENTE. Il consumatore ideale è un consumista infelice che vuole sembrare invidiabile; meglio ancora se ha sensi di colpa. Meglio ancora se "vorrebbe".. fare "qualcosa".. ma si sente impotente; l'unica cosa che può fare , dunque, è "ESSERE CONTRO".. come? cosa.. di chi.. a che pro - che importa. Intanto, così è anche il tossicodipendente ideale, di qualunque cosa.
Perciò, si lavora su tutti, è ovvio, ma la miglior materia prima per farlo sono i bambini. E' lavorare su di loro che dà i migliori risultati, e più in fretta.
Funziona ancora meglio che lavorare su dei quasi-ex-BAMBINI: cioè quelli (della generazione precedente) in cui si è potuto lavorare solo nel momento in cui dal mondo fatato della fiducia infantile passavano direttamente al mondo stregato delle mille balle della società dei consumi, della Weltanshauung commerciale.
ma ora.. la linea produttiva si è affinata; ora si va direttamente alla fonte, e si procede meglio e senza intoppi.

E venendo a noi, che c'entra?
C'entra ragazze... perché quando si è sopraffatte da un bisogno continuo di NUTRIRSI... ma NIENTE ci nutre, niente! al punto da ingozzarsi, ingozzarsi... fino a sentirsi prigionieri di un corpo abnorme, che ci schiaccia come una montagna., e dal quale ci pare di urlare senza che nessuno ci senta. Oppure.. ingozzarsi fino a sentire tutto lo SCHIFO che ci opprime e ci esplode da dentro. E si ricorre al rimedio di VOMITARE. E quel vomito mette in scena tutto il nostro rifiuto di quello che nn ci piace, che ci fa male.. e si vuole essere "magri, magri..." perché "il grasso fa schifo".. e ogni altro sogno sfuma.. mentre la vita è NAUSEA E FAME CONTINUA... un continuo vorticare nella nebbia e nella confusione dei deliri di controllo, e poi delle abbuffate, e quando si è proprio suicidi, infine.. del convivere con il vomito come se fosse niente.
Bè, quando succede tutto questo, ragazze (e ragazzi, certo...) quello che voi state davvero INGOZZANDO, e che cercate disperatamente di VOMITARE.. sappiate che NON E' IL CIBO. Il santo, innocente, prezioso cibo. Quello che si rappresenta col cibo è solo lo psicodramma che il vostro io interiore mette in scena sperando di farvi capire. E invece niente.. la chiusura è troppo efficiente: NON riuscite più a sentire UN CAZZO. Si va avanti a essere complici dei propri aguzzini, senza capire che quello di cui siamo ingozzati, e che tentiamo disperatamente di vomitare invece, è QUESTO:




























Tutto molto alla rinfusa.. si. Come un bouffet a una sfilata di moda. E tra le righe una domanda.. chiediamoci se possiamo scegliere di cosa nutrirci, e COSA è giusto vomitare, e COME. E poi, in fondo: quel piccolo video; che in uno qualunque dei miliardi di modi possibili dice tutto quello che c'è da fare.

sabato 16 gennaio 2010

Scusatemi

Sono sparita da tutto e da tutti, è da un pezzo che nn trovo il tempo neanche di fare un giro nei blog...
Potrei dire che sono un po' basita, anche.. per quello che sta succedendo ad Haiti. E infatti è vero, verissimo. Ma naturalmente sono due fatti distinti.
Ma vorrei dirvi che vi penso, scusatemi se sembra che me ne fotta e abbia buttato il computer nel cesso- nn è vero.
Diciamo che sto pensando INTENSAMENTE.

Il mondo è una merda?
RAGAZZE (I) CAMBIAMO IL MONDO.

VI LASCIO UN LINK CHE SPERO VI PIACERà:

possiamo cambiare il mondo


E voi come state..?

PS... CHE FINE HA FATTO IL BLOG DI MOMMY'S LITTLE MONSTRE/PERSEFONE??!!!???

domenica 3 gennaio 2010

C'è metro e metro








alcuni metri sono meglio di altri.
h.10,30, Stazione Centrale...



mi sembra di vedervi - buona giornata ragazze!

venerdì 1 gennaio 2010

Porgo agli Dei gli auguri per voi, per me, per noi tutti

EHI....!!! siamo nel 2010!
Vi faccio tantissimi auguri, con tutto il cuore !! ovvio.
E poi prendo lo spunto dalle cose tristi che Adorable Fairy ha scritto nel suo ultimo post del 2009 per ricordare che gli "auguri" sono un fatto che si rivolge agli Dei. Chiedendo agli Dei quale sarà il nostro fato futuro, in fondo chiediamo loro anche di essere clementi e di concederci il meglio...

Dunque sono anch'essi una sorta di preghiera. Morale: perché funzionino, come ogni preghiera richiedono anch'essi la nostra partecipazione! Partecipate anche voi agli auguri che VI FANNO! e fateli a voi stesse/i chiedendo le cose giuste per voi.

E a proposito di preghiere vi confiderò che stamattina ho assistito a una Messa, molto bella e intima, in cui ci è stato ricordato che il 1 gennaio è (sempre) la GIORNATA MONDIALE DELLA PACE (celebrazione universale da non confondere con l'altra, di natura politica e altrettanto importante, del 21 settembre). Stare in quella chiesina è stato molto bello, sono uscita con un sacco di energie, mentali e fisiche!! che nn mi sembrava proprio di avere prima, dopo essere andata a letto alle 4..
Bè, dato che la giornata è ancora lunga suggerisco anche a quelle di voi che nn lo fanno mai di andare a fare una piccola meditazione in una chiesa. O in sinagoga, o (se ci fossero..) in qualunque tempio buddista! o induista! o nella tenda di Manitù! cosa cambia? l'importante è trovare un posto ricolmo di meditazioni e di pace in cui connettersi a se stessi, promettersi qualcosa di veramente nuovo e di grande, invocare la Pace per il mondo intero - e dunque anche nella propria vita.
Non ci credi? Credici di più!!! Secondo me FUNZIONA.
Giuro. Ciao, smack!!



E QUESTO LO AGGIUNGO UN PO' DI ORE DOPO:
Vedere la lettera di Amore pubblicata sul blog di Young girl don't cry mi ha fatto venire le lacrime agli occhi.
Ma - questa volta - nn pensando a lei, o a voi.. ma pensando a me.. alle mie lacrime della prima volta in cui "queste" parole l'Amore me le ha fatte sentire dentro. Nn ci potevo credere allora.
Comunque, è il primo dell'anno.. chissenefotte se uscirà un post lunghissimo.. è sempre lì. per voi,- ma oggi avete ri/ricevuto una lettera, anche per raccomandata.. ve la voglio ripostare qui:

Permettimi di presentarmi. Il mio nome è AMORE, e noi possiamo diventare molto vicini. NEI PROSSIMI TEMPI, INVESTIRÒ MOLTO TEMPO CON TE, E MI ASPETTO LO STESSO DA PARTE TUA. In passato avrai appreso che i tuoi insegnanti e i tuoi genitori hanno parlato di te come "così matura", "intelligente ", "ricca di potenziale". O forse non ti hanno apprezzato, non ti hanno considerato mai “all'altezza”.
Domanda: e tu, come ti vedi? Non sei perfetta, perché sei viva, nessuno lo è, perché “perfezione” è un ideale, non una concretizzazione. Ma la perfezione può essere in te. Non essere ingenua sprecandoti in fatiche inutili, non avere paura delle fatiche che danno gioia. Il tempo meglio investito si dedica a esprimersi, pensare e parlare con gli amici, disegnare… questi non sono atti di indulgenza, ma cibo per l'anima. Se i tuoi amici non ti capiscono, forse è perché non lasci vedere abbastanza, o forse perché anche loro hanno bisogno di te, si sentono abbandonati e non sanno come dirtelo. In passato, quando l'insicurezza ha rosicchiato la tua mente, e tu chiedevi loro: "ti sembro ... Grassa?", ti hanno risposto "oh no, certo che no!". Questo significa che ti vedevano bella, o perché era vero oppure perché lo sei ai loro occhi. Ma tu eri certa che ti stessero mentendo! TI DIRO' IO LA VERITA'. I tuoi genitori ti vogliono bene, e nell'amore non c'è mai obbligo, c'è dono che sgorga come una sorgente; per amore si fanno anche sbagli, si diventa apprensivi e questa ansia può sembrare delusione. Ma ti rivelerò un segreto: nel loro io più profondo, sono fieri di te, sei sempre la più bella del mondo e sempre sarai, perché quello che amano in te è la tua anima, che non ha e mai avrà un'età e un peso. Tu li vedi delusi; in realtà sono solo addolorati perché si sentono disperati e impotenti: la loro figlia preziosa, quella con tante potenzialità, non si vuole più bene, si è convinta di essere una ragazza grassa, pigra e immeritevole. MA IO SONO QUI PER CAMBIARE TUTTO QUESTO. Mi occuperò di far diminuire l'afflusso al tuo cervello di immagini ossessive che riempiono tutto, che non lasciano più il minimo spazio alle esperienze che devi fare per crescere, al divertimento e alla gioia. PIAN PIANO TI FARÒ CAPIRE CHE TU PUOI CAVALCARE “L'APPORTO CALORICO”, NON DEVI FARTI CAVALCARE DA LUI, GROTTESCO TROLL CHE, CON FRUSTA E SPERONI, TI FA SANGUINARE E SBAVARE. Ti mostrerò come ogni cosa ha 2 facce: Ana è l'altra faccia di Mia e saper collaborare con “il limite” può condurre all'immensità. Allo stesso modo esigere la perfezione senza umiltà conduce al fallimento. Finché pian piano, dolcemente, imparerai l'indulgenza e questo ti condurrà ad amare e dunque a essere bella, bella davvero. Tutte balle per bambine piccole, vero…? Ma ora ti viene il dubbio che le balle, forse, sono altre; finte verità per finti grandi. STO INIZIANDO A INTRODURMI DENTRO DI TE. Lasciami entrare: ben presto sarò sempre con te, e saprai che l'altra faccia dell'Amore è la Gioia. Sarò con te quando ti svegli al mattino e quando correrai sorridendo su per le scale. Le persone saranno per te tutte importanti, e gli animali, e la natura, e l’arte, non saprai come scegliere tra le mille cose che avrai voglia di fare, tu sarai importante per gli altri e te ne accorgerai, e nei tuoi pensieri non ci sarà più spazio per l'angoscia, per i brutti sogni, il freddo e il buio. Non tentare di “scacciare” alcun pensiero, è inutile: ma lascia entrare in te i pensieri belli; medita sulla fiducia, guardati intorno, sorridi quando qualcuno ti sorriderà. Sono con te anche mentre dubiti, anche se vorresti morire, aspetterò paziente che tu ti decida a guardarmi e che mi chiami. Aspetterò con fiducia, finché i miei pensieri e i tuoi saranno fusi insieme come fossero uno. Ti seguo durante il giorno. A scuola, quando la tua mente vaga, se vorrai ti darò qualcosa a cui pensare, ma solo se lo vorrai: IO SONO L'AMORE, NON PONGO CONDIZIONI, NON OBBLIGO NESSUNO, MA SO ASPETTARE. Allora libererò la tua mente da ogni pensiero sul cibo, sul peso, e sarai magra e leggera perché i tuoi pensieri saranno leggeri, avrai tante cose da fare e da gioire che ti dimenticherai di mangiare. Non devi dubitare che questo accadrà: perché ora, sono già dentro di te. Sono nella tua testa, nel tuo cuore e nella tua anima. Ora la fame ti dà dolore, e tu fingi che io non possa fare nulla per te. Ben presto ti dirò che cosa fare non solo col cibo, ma che cosa fare tutto il tempo. Sorridi e abbi fiducia. Se sei triste dillo, impara a parlare, e anche ad ascoltare, e anche ad ascoltarti. DIO, in te c'è una tale bellezza che non sai fare uscire, ma lo imparerai. NON TI DIRÒ COSA FARE QUANDO ARRIVANO LE ORE DEI PASTI, MA A NUTRIRE LA TUA ANIMA CON CIBO D'AMORE, E QUEL CIBO PLACHERÀ ANCHE LA FAME. Se cedi ad ANA, tutto il controllo sarà suo e lei sola, con MIA, comanderà su di te... E' questo che desideri? Fissarti sulle modelle delle riviste? Quella magrezza perfetta, i denti bianchissimi, mentre il tuo metabolismo impazzisce, i denti diventano grigi e malfermi e i capelli cadono? Quando guarderai nello specchio, vorrai vederti distorta senza capire più niente, come fossi una vecchia che ha perso il cervello? La tua fame è il delirio di un'anima affamata d'amore, E TU LO DEVI SAPERE, perché se sceglierai la verità, il nostro rapporto fiorirà e ti darà ali per volare. ALLORA MI CEDERAI, TI SENTIRAI LEGGERA E PIENA DI FORZE: DA QUESTO SCOPRIRAI CHE IL MIO GIOGO È LEGGERO. Non ti avventurerai più fino alla cucina oscura e non cadrai più nell'ipnosi che ti spinge a riempirti fino a scoppiare mentre ti odi, sarai così piena di gioia che dimenticherai di mangiare. Non avrai nessun bisogno di controllo su te stessa, perché ogni cosa ti obbedirà, sarai leggera. Ti vorrai bene, perché questo dolore tu non lo meriti. Oh, tutto ciò sembra una favola? Non è possibile che questo ti succeda? Di cosa hai paura: di scoprire che forse ho ragione? Io faccio cose che ti aiuteranno. Lo rendo possibile perché ti insegnerò a danzare con le emozioni, ti aiuterò a trasformarle, quelle che ora ti causano tensione, i pensieri di rabbia, di tristezza, di disperazione e di solitudine non ti paralizzeranno più, MA BRUCERANNO e dalla loro energia si alimenteranno emozioni d'amore. Soffrirai anche, certo, ma mai oltre le tue forze: dolore costruttivo, forza interiore, calma, fiducia. Possono sbocciare perché sono già semi DENTRO DI TE; hanno solo sete! Lascia che io li coltivi. Questa fiducia è tua amica ed è la prima arma di cui hai bisogno per imparare a piacere. Affidati a me; PERCHE' IO SONO L'AMORE: NON HO NESSUN PUNTO DEBOLE. Devo confidarti un segreto: SENZA DI ME NON SEI NULLA perché la tua anima si nutre di me - dunque io sono te. Quindi non combattermi. Quando gli altri ti chiamano, ascoltali; non dimenticarti di nessuno, non dimenticarti di te. Io sono paziente, e aspetterò. SONO IO il tuo bene più grande e tu sei la mia bambina preziosa. L’Amore non mente. Non ti abbandonerò e manterrò le mie promesse. Sinceramente, ti parla l'AMORE''.

Il 2010 è passato.. ma le amiche del calendario di Veggie le voglio ancora qui! :-)

Un pensiero ogni tanto
Ogni tanto ti dico una cosa. Non è che un pensiero, una buonanotte...
vieni a prenderlo, prima di andare a dormire. Se passerai a prenderlo
alla mattina, allora sarà un buongiorno. Ti chiedo solo di fargli un
piccolo, piccolo spazio fra gli altri tuoi pensieri. ;-)

 
Contemplating and feeding LIFE


 

Buddha Quotes

"Non sapete che siete tempio di Dio, e che lo Spirito abita in voi? Se uno distrugge il suo tempio, Dio distruggerà lui. Perché sacro è il tempio di Dio, che siete voi". (1 Cor. 3, 15-17)

Hai pensato ad adottare un cucciolo?

Hai pensato ad adottare un cucciolo?
qui..http://www.adottauncucciolo.net ma anche qui...! http://animaliaiutiamoli.blogspot.com