giovedì 20 gennaio 2011

Pietà per le mamme

La mamma di Isabelle si è uccisa.
Sui rapporti fra le figlie e le madri si è scritto fiumi di inchiostro... Non è facile; no, non lo è per niente. Questa notizia mi fa scendere lacrime inattese; lacrime più calde ancora di quelle, molto più prevedibili, salite agli occhi per tutte le Isabelle Caro, quelle famose e quelle ignote a tutti.
Ma non so che altro dire. Tranne che non riesco a togliermi dalla mente che tanti, come hanno sempre fatto, se le lasciano scivolare via tutte. Sono solo "danni collaterali"; the show must go on: non saranno certo certi inconvenienti "inevitabili" che fermeranno il business.
In tanti, in troppi hanno responsabilità per le vite che si ripiegano su se stesse fino a seccare, avvelenate da schifosi messaggi in cui i malesseri familiari deflagrano, come benzina vicino al fuoco.
Sei vecchio, Armani; fra poco crepi. Sei ancora in tempo a chiedere perdono. Dì qualcosa! Siete ancora in tempo, voi stregoni della moda e pubblicitari mentecatti che sacrificate al drago le bambine come fossero moscerini, pulviscolo di niente. Voi Karl Lagerfeld, Gucci, Dolce e Gabbana eccetera - voi zecche che succhiate a questo squallido mercato; poveracci ricchi e infelici come i più miserabili della terra; fatevi un pianto. Piangete a dirotto e lavatevi. Oppure vi auguro di perdere il sonno: di non dormire più, fino a quando non vi pentirete e non sentirete l'urgenza di correre ai ripari.
Pietà per le ragazze, e i ragazzi. Pietà per le mamme.

29 commenti:

  1. questo post mi piace da morire <3

    RispondiElimina
  2. Hai visto questo post? ELABORARE LA RABBIA:
    http://www.ilcorpodelledonne.net/?p=4836
    sembra che non c'entri niente ma per me ha molto a che fare col tuo,
    la rabbia di cui parla per me è quella di chi sta capendo cosa sta succedendo dentro e fuori di lui (e tu sei una di quelli): questi cercano altre soluzioni.
    droga, anoressia eccetera sono soluzioni in parte anche obbligate, invece, per chi non è ancora capace di fare tanti collegamenti trra le sue rabbie, paure debolezze varie, e atnte altre cose che sembrano non c'entrare niente. Ciao, Cinzia.

    RispondiElimina
  3. Capisco la tua rabbia e la condivido. Ed hai ragione quando dici che la morte di questa mamma è inattesa e fa male.
    Gli stilisti e il mondo della moda sono sicuramente tra gli artefici di tante ragazze con problemi psicoalimentari, ma in fondo è l'uomo stesso che si lascia soggiogare dai messaggi televisivi. Se ragionassimo veramente con lucidità e non lasciassimo che i pubblicitari o i politici o appunto gli stilisti (prendo esempi a caso) lo faccciano per noi, saremmo in grado di dire NO a certe proposte assurde e forse la moda (o la tv, il potere...) non sarebbe, a volte, così pericolosa.

    RispondiElimina
  4. si, è come dice il post. Certo che ci sono tante, tante cose, è sempre un insieme di fattori, ma tutti questi sono molto importanti. Mia dice "Se ragionassimo veramente con lucidità", ma questa è una tautologia: SE sei bombardato da messaggi ipnotici fin dalla più tenera età, COME FAI a essere, o restare, LUCIDO? Guarda questo, Mia:
    http://www.youtube.com/watch?v=qI5uFbLFBwI
    "sembra talco ma non lo è, serve a darti l'allegria: se lo lanci e lo RESPIRI ti dà SUBITO l'ALLEGRIA".
    SERVE a dare l'allegria, e te la dà SUBITO.
    Siamo cresciuti con questi messaggi, te ne rendi conto? e credi che nel tuo inconscio non lavorino, insieme a milioni di altri? e secondo te c'è un nesso, o no, con il fatto che i fiumi che attraversano le città siano ormai inquinati in modo ponderabile da cocaina?
    e se tutto questo è vero, come fai, senza uno sforzo titanico, a restare lucido? Apprezzo molto questo post, che dice: lo sforzo va fatto > spetta a noi > facciamolo > guardiamo nelle giuste direzioni > reagiamo..

    RispondiElimina
  5. PS-siamo FELICISSIME che hai postato il calendario, grazie *__*

    RispondiElimina
  6. stupendo e verissimo post.. ma che cazzo ne sanno loro del dolore che un anoressica ogni minuto della vita prova?
    molti danno la colpa alla madre, alla famiglia, ma io credo che dare colpe non sia logico ne giusto.. i messaggi, quanti messaggi oggi ci tartassano dicendoci che siamo brave persone se siamo belli, altri e magri?
    la bellezza è davvero magrezza, quella che le modelle dovrebbero rappresentare?
    i vestiti addosso a ste modelle stanno davvero bene o cadono come fossero in una gruccia? BASTA ANORESSIA, BASTA MONDO STORTO

    RispondiElimina
  7. La mamma di Isabelle si è uccisa. Non sono riuscita ad andare oltre questa riga,sento un dolore forte dentro di me, questa vicenda mi tocca, per tanti motivi....
    Quanta sofferenza immane....Scusa il commento senza molta logico, appena riesco leggerò anche il resto...

    RispondiElimina
  8. Non lo sapevo, dannazione...
    Ma immagino come possa essere stata devastante la morte di sua figlia, e non solo perche' dovrebbero essere i figli a seppellire i genitori, e non il contrario, ma anche perche' Isabelle era consapevole, come evidente dalle interviste che rilasciava, che la sua anoressia nasceva proprio dal desiderio di sua madre di non volerla far crescere...al punto da tenerla chiusa in casa per anni, senza nemmeno esporla alla luce del sole...
    Come si puo' resistere a un dolore così grande, come la perdita di sua figlia, alla quale ha largamente contribuito?

    Madri e figlie...la mia psicologa ha cercato di attribuire una parte di responsabilita' nello sviluppo del mio DCA al rapporto con mia mamma...non gliel'ho ancora perdonata...
    Un abbraccio.
    Dony

    RispondiElimina
  9. Si poteva pure ammazzare prima di far patire sua figlia per 28 anni.
    Le lacrime di coccodrillo mi fanno profondamente schifo.

    Jonny

    RispondiElimina
  10. HO BISOGNO DI TE...
    avevo meditato sull'idea di andare in un centro per i disturbi alimentari qui nella mia città..anche con il mio ragazzo ne avevo parlato..
    ma sai..io penso di essere destinata ad essere nello schifo e basta..perchè penso non mi daranno mai e poi mai importanza..perchè io peso ben quasi 47 chili per 1.63 di altezza...
    e non avrò mai e poi mai attenzione..
    l'avevo vista come una possibile svolta da questo inferno..ma invece oggi ho pensato che io sono solo patetica..
    aiutami..

    RispondiElimina
  11. mi chiedo cosa si prova ad interagire con persone come noi....con persone come me...io mi lamento tanto dell'inferno che sto passando e non mi chiedo mai cosa sto facendo passare alle persone a me vicine

    RispondiElimina
  12. Condivido TUTTO. E ti ringrazio per questo post.
    Ho appena postato qualcosa di simile sul mio blog...:
    http://bbeneaththestainsoftime.blogspot.com/2011/01/kate-e-le-altre.html

    Un saluto,
    Bianca

    RispondiElimina
  13. ciao a tutte... grazie a voi che avete lasciato commenti, scusate se nn ho ancora risposto ma per giorni nn ho potuto passare sul blog e nn li avevo ancora visti.

    @Blondie, comincio da te perché mi dispiace tanto! ti ho risposto adesso sul tuo blog e se passi di qui insisto: mi fai sapere come va? scrivimi sulla mail!

    @Bianca: il tuo post.. che sfogo senza senso! non solo ha senso, ma secondo me è molto utile perché le sciocchezze che si sentono ovunque sono ormai il principale nutrimento di cervelli infatti denutriti, che diventano sempre più acritici. Riversare nella rete qualche pensiero PENSATO e fatto ad occhi aperti è quanto di più urgente. Sul discorso dell' "icona".. al di là di tutto bisogna rendersi conto della tragedia implicita nel fatto che ormai le icone (anziché essere scrittrici, scienziate, eroine), siano queste. Se questo tipo di persona (non impegnata in niente, infelice e dipendente) diventa il massimo modello di una generazione, in che modo si può sperare che i ragazzi riescano a realizzare se stessi?

    RispondiElimina
  14. @Piccolastella.. ti chiedi cosa si prova a interagire con persone come te... impotenza, compassione senza sbocco, la sensazione che chi amiamo sia torturato sotto i nostri occhi e noi non possiamo in nessun modo aiutarlo. Immensa, disperata, sofferenza.
    Oppure niente; ottusa RIMOZIONE, terrore di guardare.
    L'ignoranza è la causa di tutti i mali; nel post precedente, però, tu hai scritto cose importanti, si vede bene che l'ignoranza sta perdendo colpi.. e se arriva la consapevolezza il "disturbo" è fottuto. Se è la tua psicologa, che ha contribuito a questi non piccoli squarci, non è solo da prendere a calci.

    RispondiElimina
  15. ora devo correre ma tornerò a rispondere alle altre, domani.. notte!

    RispondiElimina
  16. Scusa posso farti 1 domanda : ki sei?xkè cerki di giudicarci/mi?io non imito proprio nessuno...non ne avrei nemmeno il tempo guarda.e nella mia sofferenza non ci sto bene te lo assicuro.tu di me non sai nulla.bulimica lo sono già stata e non solo quello.e se x ora perdere 3 o 4 kg può farmi sentire meglio non credo ke sia 1 tragedia visto i miei 53kg x 164 di altezza...o sbaglio???Non so cosa sia un ABA o xke fai la morale...hai avuto di qsti problemi?cmq mi fa piacere se vuoi seguirmi ma da qui a giudicarmi credo debba passare 1 pò o no??????????????kiss

    RispondiElimina
  17. Mi è dispiaciuto molto per Isabelle, ma un po' me l'aspettavo, e il mio primo pensiero è stato: forse ora sarà più serena..
    Comunque passando ad argomenti meno tristi, ti volevo dire che se passi dal mio blog c'è un regalo per te.
    Buona giornata <3

    RispondiElimina
  18. Viene da chiedersi chi sia la vera vittima in tutto questo... Ma, soprattutto, quante siano le vittime... perchè per una "mamma di persona famosa" che in qualche modo si viene a sapere, io mi posso solo immaginare la sofferenza di tutte coloro che non passano agli "onori della cronaca" ma che si trovano a vivere - e a morire - ugualmente di una situazione di questo tipo... Una mia amica ci è morta, di anoressia, e ai suoi genitori, alla sua mamma, preferisco non ripensare... all'espressione che aveva l'ultima volta che l'ho vista... immagino che, biologicamente parlando, quella donna sia ancora viva... ma sicuramente è morta dentro.
    Non semplicemente con i "massaggi sbagliati mandati dalla società" io me la rifarei... ma, soprattutto, me la rifarei con la malainformazione... con tutto quello che i media tendono ad occultare in quanto "scomodo"... diciamocelo: quando mai si è visto un programma in TV SERIO sull'anoressia?... Son sempre le solite frasi fatte, fritte e rifritte, e niente di più lontano dalla realtà... Non bisognerebbe cambiare solo gli occhi della gente, bisognerebbe dare le cose giuste da guardare alla gente...

    RispondiElimina
  19. Ciao Michiamomari mi sono sempre chiesta xchè passi dai blog per aiutare le ragazze bulimiche e poi non cerchi un aiuto x la tua bulimia?
    sei di Roma e anche li ci sono ospedali adatti x te.. forse anke ABA non so sai prova a cercare
    tu sei importante prima delle ALTRE!!!
    cerca aiuto non è mai tardi.
    volere è potere, hai ragione, è proprio così..
    KISS

    RispondiElimina
  20. dall'ultima, > in su:

    @Sara: dolce Sara, hai visto da qualche parte che mi lamento per "la mia bulimia"? o.O
    qualunque cosa tu possa esserti chiesta sui vari "perché" di questo blog, trovi tutte le risposte sempre su questo blog; ma da nessuna parte troverai che mi avviti nella bulimia e per giunta senza chiedere aiuto. In effetti io chiedo aiuto per qualsiasi cosa, e infatti ne ricevo tantissimo, ogni volta che mi serve.

    @Veggie: già; che dire? hai ragione su tutto e per inciso le cose con cui "prendersela" sono molte, imparare a riconoscerle salva dal prendersela con se stessi

    @Holly: mi spiace che tu abbia pensato che ti giudico: non sono io che dico che reciti, ho solo preso spunto da una frase rivoltati da altri, che tu stessa hai detto che ti aveva ferito. E l'ho fatto non per accusarti di niente, ma solo per notare che in effetti è la cosa che più o meno fanno tutti, trascinati sempre più in un mondo in cui la realtà è sempre umiliata dalla finzione - e allora ognuno di noi dovrebbe sorvegliarsi, per capirsi meglio. Tu parli come se ti accusassi di qualcosa.. ma sii sincera, lo sai che non era quello il senso delle mie parole.

    RispondiElimina
  21. @Enne: GRAZIE. Sono commossa, davvero.. :'))

    @Doni - @Jonny: yes, I know. Eppure.. voi stesse nn potete fare a meno di far male a voi stesse: questo dovrebbe aiutare a capire chi credendo di far bene semina dolore intorno. Strano ma vero, le persone fanno sempre del loro meglio, anche quando sono distruttive e cieche.

    @Aisling: un bacio carissima Aisling, sono felice di vederti rispuntare!
    @Emery, Mia, Donneebasta: grazie! un abbraccio a tutte! ..Mia: sono d'accordo con donneebasta- non c'è lucidità dove si è assediati dalle menzogne.
    Ma penso che strizzando bene gli occhi, scrutando meglio nel buio.. si può smettere di farsi fregare.

    RispondiElimina
  22. Grazie di cuore, Mary!!! Ti mando un caldo abbraccio...

    RispondiElimina
  23. Mi fa rabbrividire una notizia di questo tipo, perchè mi viene inevitabilmente da pensare che, se le cose fossero andate in maniera diversa, adesso al posto di Isabelle avrei potuto esserci io (magari a causa di una "bella" lesione esofagea), e al posto della mamma di Isabelle avrebbe potuto esserci la mia mamma: è una cosa che mi fa venire la pelle d'oca.
    Secondo me quello che manca davvero è il supporto, supporto alle persone che hanno un dca e supporto alle loro famiglie. Molto di frequente infatti chi ha un dca viene vista come "viziata", come se un dca fosse un capriccio e non una maattia, e anche alle famiglie si attribuiscono le colpe per aver creato quella situazione "viziando" la propria figlia.
    Invece le cose non stanno affatto così, solo che è questo il messaggio principe che passa, per questo ritengo ci dovrebbe essere più informazione e consapevolezza, ed anche vero aiuto per la famiglie che stanno attraversando una situazione di questo tipo.

    RispondiElimina
  24. Tutta la storia di questa ragazza mi ha travolto.. l'avevo letta e mi ero spesso chiesta se la madre fosse cosciente di quello che faceva alla figlia giorno per giorno.
    D'altra parte la vedo anche come Johnny: le lacrime postume servono a poco.
    Certo, magari non è bello.. ma ehi, la verità non lo è mai.
    Tutti facciamo errori, ma alcuni sono giganteschi.
    ciao mari.

    Ps: Kore è uno dei vari nomi di Persefone.

    RispondiElimina
  25. koré koré koré.. ma quanto sei grecista, cara Persefone!!!??
    bentornata! / bienvenida.. ma che gioia rivederti spuntare :')

    RispondiElimina
  26. Mi sarebbe piaciuto studiare il greco, ma ci ho dovuto rinunciare e così mi accontento della mitologia.
    Ebbene si, sono proprio io.
    Grazie del benvenuto, Mari,s ei sempre un tesoro <3 oggi sono ujn po' giù e tu mi hai fatta sorridere.
    Cosa penso delle manifestazioni delle donne..
    guarda, risponderti in un commento è un po' riduttivo perché di solito sono piuttosto prolissa. Però sai mi hai dato un'idea per scrivere un bel post che non sia di mera autocommiserazione come sarebbe naturalmente schifoso oggi.
    In ogni caso per sintetizzare: è sempre bene il nascere di rivoluzioni, significa che non tutti i cervelli sono spenti. PERO' mi viene da pensare che tante donne (ragazze) non abbiano ancora capito contro cosa e chi combattere.
    Sai.. tanta energia.. e non sempre viene incanalata bene.
    o no?
    risponderò a tutto giuro.
    Baci.

    RispondiElimina
  27. si vabbè.
    non ho scritto sconnesso.
    peggio.

    RispondiElimina
  28. dobbiamo parlarne, càrakòre.
    Ora faccio un post su cui sono fin troppo in ritardo e che ha molto a che fare con tanto di tutto questo. "Questo" cosa? tutto.

    RispondiElimina

Il 2010 è passato.. ma le amiche del calendario di Veggie le voglio ancora qui! :-)

Un pensiero ogni tanto
Ogni tanto ti dico una cosa. Non è che un pensiero, una buonanotte...
vieni a prenderlo, prima di andare a dormire. Se passerai a prenderlo
alla mattina, allora sarà un buongiorno. Ti chiedo solo di fargli un
piccolo, piccolo spazio fra gli altri tuoi pensieri. ;-)

 
Contemplating and feeding LIFE


 

Buddha Quotes

"Non sapete che siete tempio di Dio, e che lo Spirito abita in voi? Se uno distrugge il suo tempio, Dio distruggerà lui. Perché sacro è il tempio di Dio, che siete voi". (1 Cor. 3, 15-17)

Hai pensato ad adottare un cucciolo?

Hai pensato ad adottare un cucciolo?
qui..http://www.adottauncucciolo.net ma anche qui...! http://animaliaiutiamoli.blogspot.com