venerdì 25 novembre 2011

E chi non sa di cosa parlo.. alzi la mano.

5 commenti:

  1. già... mi suona "familare"...

    RispondiElimina
  2. si, ed è tremendo... la mia mano resta bassa. Lo so.

    RispondiElimina
  3. già, troppo vero.
    ciao Mari, ti abbraccio
    Sophie

    RispondiElimina
  4. No, guarda, non lo so proprio, assolutamente... Che poi, se ci pensi, è sempre così... per qualsiasi cosa... i complimenti ci passano sopra, le critiche ci entrano dentro... e dire che, di fatto, sebbene in positivo/negativo hanno la stessa valenza... quindi dovremo dargli la stessa importanza... eppure, che strano, ci si ricorda sempre più quello che ci fa male rispetto a quello che ci fa bene... la memoria funziona in modo strano...

    RispondiElimina
  5. Sto letteralmente DIVORANDO il tuo blog: mi dai forza. Grazie. Voglio guarire, voglio uscirne per sempre. Voglio ritrovare la Nora di un tempo!

    RispondiElimina